Collaborazione Volontaria (Voluntary Disclosure)

top-box-shadow

CIRCOLARE 1


COLLABORAZIONE VOLONTARIA(VOLUNTARY DISCLOSURE)

Con la Legge 15.12.2014, n.186 possono avvalersi della Collaborazione Volontaria tutte le persone fisiche, gli enti non commerciali, le società semplici e gli enti equiparati che non abbiano dichiarato in Italia alle Autorità Fiscali la proprietà di cespiti costituiti o acquisiti e detenuti  all’estero – anche per interposta persona fisica o giuridica per gli anni accertabili fino al 31.12.2014.

Se i cespiti acquisiti e detenuti all’estero sono in Paesi Black List i termini di accertabilità sono raddoppiati salvo che l’intermediario finanziario estero non sia autorizzato dall’interessato a trasmettere all’intermediario finanziario italiano informazioni e documentazioni richieste.

  1. Per accedere alla procedura di Collaborazione Volontaria è necessario:

Che l’autore delle violazione ne faccia spontanea richiesta ed indichi all’Amministrazione  Finanziaria:

  • tutti gli investimenti detenuti all’estero, per tutti i periodi di imposta non ancora accertati; le risorse per la costituzione o all’acquisizione degli investimenti; ai redditi che provengono da tali investimenti; i maggiori imponibili realizzati e non dichiarati.
  • che provveda a sanare violazioni anche non connesse agli investimenti detenuti all’estero.
  • versi la somma (comprensiva di interessi e sanzioni) dovuta e richiesta dall’Amministrazione Finanziaria entro il quindicesimo giorno antecedente alla comparizione per l’accertamento con adesione.
  1. Non è possibile accedere alla procedura  se sono già iniziate attività accertative a suo carico.
  2. La procedura di Collaborazione Volontaria è irrevocabile.

Sanzioni penali

  1. Sul piano penale la punibilità  è prevista per l’esibizione di atti e comunicazioni falsi, per  dichiarazioni fraudolente mediante fatture inesistenti o altri artifici.
  2. Ed è esclusa  se si tratta di omessa dichiarazione,  di dichiarazione infedele,  di omesso versamento IVA, di omessi versamenti in qualità di sostituto di imposta (se certificati), di riciclaggio (salvo l’esistenza di reati connessi); di autoriciclaggio (salvo l’esistenza di reati connessi).

Sanzioni amministrative

Le sanzioni amministrative con la Collaborazione Volontaria, sono ridotte “in misura pari alla metà del minimo edittale”, ovvero l’1,5% per i Paesi White List e 3%, per i Paesi Black List.

Questa riduzione è applicabile se:

  • Le attività vengano trasferite in Italia, in Paesi dell’Unione Europea e Paesi che consentono un effettivo scambio di informazioni con il nostro Paese,
  • Le attività vengono mantenute all’estero ma se il contribuente autorizza l’intermediario finanziario estero a trasmettere all’intermediario finanziario Italiano tutte le informazioni.

Nei casi in cui le attività non vengano trasferite in paesi Europei o in Paesi che consentono un effettivo scambio di informazioni con il nostro Paese, le sanzioni saranno pari al minimo  ridotto solo di ¼, ovvero il 2,25% per i Paesi  White List e il 4,5% per i Paesi Black List.

CIRCOLARE 2


SPLIT PAYMENT
L’art. 1, comma 629, della Legge n. 190/2014 modificando il D.P.R. n. 633/1972 (art. 17,

comma 6, lettera a-ter) introduce  un particolare meccanismo di assolvimento dell’Iva per le operazioni effettuate nei confronti dello Stato o di enti pubblici

In base alle nuove disposizioni, l’imposta esposta in fattura dal soggetto emittente  non dovrà essere pagata dal  committente  il quale dovrà:

– effettuare il pagamento solo dell’imponibile al soggetto emittente, previa verifica della correttezza de DURC di quest’ultimo

– trattenere l’Iva e versarla poi direttamente nelle casse dell’erario

Sono di massima previste delle deroghe per cui il meccanismo dello split payment non trova applicazione:

se l’ente pubblico è debitore d’imposta (es. operazioni soggette a reverse charge ai sensi dell’art. 17, comma 6 del D.P.R. n. 633/1972);

per le prestazioni di servizi assoggettate a ritenute alla fonte a titolo di imposta e d’acconto sul reddito, quali ad esempio le prestazioni rese da professionisti o da agenti.

Gli uffici dovranno individuare se gli acquisti rientrano nelle fattispecie previste dal suddetto art. 17, e darne comunicazione ai fornitori. Comunque, se:

– la fattura riguarda acquisti della sfera commerciale si dovrà applicare l’inversione contabile;

– se la fattura riguarda acquisti della sfera istituzionale si dovrà applicare lo split payment.

FAT SI APPLICA

GIURISPRUDENZA

Corte di Cassazione

La Corte con tre distinte ordinanze, la n. 3735 e 3737, depositate il 24 febbraio, e la n. 3866, depositata il 25 Febbraio, è intervenuta  sull’imposizione fiscale del Trust. Ha stabilito  che l’imposta di donazione si applica nel momento in cui il disponente vincola i beni in trust, perché tale imposta grava sull’istituzione di vincoli di destinazione, prescindendo dal trasferimento ad altro soggetto

Tassazione:

  • al 4% sul valore netto globale eccedente € 1.000.000 per ogni beneficiario.  Se a favore del coniuge e di parenti in linea retta La franchigia, al di sotto della quale non vi è pagamento dell’imposta, si applica ad ogni beneficiario.
  • 6% sul valore netto globale eccedente € 100.000 per ogni beneficiario. Se a favore  fratelli e sorelle, si applica ad ogni beneficiario. E se a favore di altri parenti, fino al quarto grado e gli affini in linea retta, nonché gli affini in linea collaterale fino al terzo grado.
  • 8% Altri soggetti diversi dai precedenti.

 

  • group2

    Professionisti

    Le sinergie determinate dall’aggregazione fra i due poli del Gruppo, quello legale e quello dei commercialisti, garantiscono un servizio ancor più completo e di elevata qualità.

    Leggi tutto
  • group2

    Aree di Attività

    Il Gruppo Coen Palandri ha come obiettivo quello di fornire ai propri clienti una consulenza integrata ed un'assistenza personalizzata, nelle diverse aree di attività.

    Leggi tutto
  • group2

    Approfondimenti

    Il Gruppo è impegnato nel costante approfondimento delle diverse tematiche affrontate, anche attraverso la pubblicazione di "reports" sui progetti più significativi.

    Leggi tutto